Berlusconi e gli anticorpi. Diario di un cittadino indignato by Paolo Sylos Labini

By Paolo Sylos Labini

SAGGISTICA

Show description

Read Online or Download Berlusconi e gli anticorpi. Diario di un cittadino indignato PDF

Best italian books

Decision Processes in Economics: Proceedings of the VI Italian Conference on Game Theory, Held in Modena, Italy, October 9–10, 1989

This publication incorporates a collection of the papers awarded on the symposium on "Decision techniques in Economics" which used to be held in Modena (Italy) on 9-10 October 1989. It coincided with the once a year assembly of the italian staff on online game idea; the gang is shaped via economists, mathematicians, engineers and social scientists.

Evoluti e abbandonati. Sesso, politica, morale: Darwin spiega proprio tutto?

Alcuni pensano che il nostro cervello sia fermo all'età della pietra, come se los angeles selezione naturale ci avesse plasmato nel Pleistocene e poi abbandonato al nostro destino. Sui mass media spopolano i riferimenti all'evoluzione biologica dei comportamenti umani, soprattutto politici e sessuali. Dire che l'evoluzione ci ha programmati fin dal Paleolitico in keeping with avere un determinato impulso innato è una tentazione irresistibile, che ci fa raccontare un sacco di storie fantasiose e zeppe di stereotipi.

Extra info for Berlusconi e gli anticorpi. Diario di un cittadino indignato

Sample text

Ben difficilmente la storia, vicina o lontana, presa a sé, insegna qualcosa; insegna molto, invece, se ci sforziamo di riflettere su alcune analogie significative. Con questo spirito giova meditare sui Puritani inglesi, i quali ebbero un ruolo di primo piano sia nel Seicento, con Cromwell, sia verso la fine del Settecento. In quei due secoli la società inglese era profondamente corrotta – può sembrare incredibile, anche più corrotta dell’attuale società italiana. Poi la società inglese cambiò, e questo è incoraggiante anche per noi, poiché dimostra che è possibile cambiare; alla svolta nella società inglese dettero un robusto contributo i Puritani.

E se crescono ulteriormente gli evasori e gli elusori, chi pagherà le tasse? Gli onesti, che man mano si vergogneranno di passare per imbecilli e si faranno furbi? Le nostre pene s’intensificheranno gravemente per tutti, seguaci della Realpolitik e «moralisti»: ce la passeremo sempre peggio. Chi sa se Giuliano Ferrara si rende conto di tutto questo, in cui la «moralità» come tale c’entra ben poco. Chi sa! Dice bene Davigo: il falso in bilancio spesso è fatto, oltre che per appropriarsi di danaro degli azionisti, per creare fondi neri sottraendoli dalle tasse: il rapporto con l’evasione fiscale è stretto e sostanziale.

Berlusconi, dopo aver ripetutamente negato di possedere sue società all’estero (off shore), improvvisamente ne ha ammesso l’esistenza: «servivano a pagare meno tasse», ha dichiarato in una riunione pubblica («l’Unità», 4 maggio 2001): ottimo esempio che dà un leader politico in un paese in cui l’evasione e l’elusione fiscale sono già terribilmente estese. E se crescono ulteriormente gli evasori e gli elusori, chi pagherà le tasse? Gli onesti, che man mano si vergogneranno di passare per imbecilli e si faranno furbi?

Download PDF sample

Rated 4.80 of 5 – based on 45 votes