I guerrieri della notte by Sol Yurick

By Sol Yurick

Show description

Read or Download I guerrieri della notte PDF

Similar italian books

Decision Processes in Economics: Proceedings of the VI Italian Conference on Game Theory, Held in Modena, Italy, October 9–10, 1989

This publication encompasses a number of the papers provided on the symposium on "Decision approaches in Economics" which was once held in Modena (Italy) on 9-10 October 1989. It coincided with the once a year assembly of the italian workforce on video game conception; the crowd is shaped via economists, mathematicians, engineers and social scientists.

Evoluti e abbandonati. Sesso, politica, morale: Darwin spiega proprio tutto?

Alcuni pensano che il nostro cervello sia fermo all'età della pietra, come se l. a. selezione naturale ci avesse plasmato nel Pleistocene e poi abbandonato al nostro destino. Sui mass media spopolano i riferimenti all'evoluzione biologica dei comportamenti umani, soprattutto politici e sessuali. Dire che l'evoluzione ci ha programmati fin dal Paleolitico in keeping with avere un determinato impulso innato è una tentazione irresistibile, che ci fa raccontare un sacco di storie fantasiose e zeppe di stereotipi.

Extra info for I guerrieri della notte

Example text

Forse era stata passata parola. Forse la rete era tesa. Stavano forse controllando tutti i convogli con l’intenzione di sorprendere i guerrieri fuggiti dal parco. Erano passate più di due ore dalla sortita al parco, ma era possibile che fossero ancora in giro a dar loro la caccia. Hinton pensò di nuovo che, se si fossero tolte le insegne e si fossero dispersi per il treno, nessuno li avrebbe notati. Ma questa volta non disse niente: non voleva sentirsi rimproverare. I drogati non si accorsero di nulla.

Ascoltarono con attenzione e non sentirono niente. L’orologio era fermo. Questo era un bel guaio per tutti. Quanto tempo era già passato? Tornò al suo nascondiglio. Si chiese quanto ci sarebbe voluto e cercò di escogitare un sistema per stabilire quanto tempo passava. Provò a contare, ma era troppo laborioso, così. Due dei suoi, Dewey e Junior, presero a gironzolare. Hector attraversò la strada per andare a dir loro di stare al coperto. Dewey chiese da quanto tempo aspettavano: ore, di certo. Era stufo.

Il suo berretto era troppo largo e gli sfiorava le sopracciglia. Tonto richiamò l’attenzione degli altri e con un gesto mostrò loro lo scemo. Tutti risero. Junior era sempre alle prese con la mappa. Arrivato al centro, aveva capito che si trovavano sulla ferrovia sbagliata. Dovevano cambiare da qualche parte o non sarebbero mai arrivati a destinazione. Ma dove cambiare? Tutte le linee si incontravano nel centro cittadino e lì c’era un vero groviglio da cui riemergevano, ciascuna diretta al proprio capolinea; ma Junior non riusciva a seguirne i tracciati.

Download PDF sample

Rated 4.95 of 5 – based on 19 votes