Microfisica del potere by Michel Foucault

By Michel Foucault

Show description

Read or Download Microfisica del potere PDF

Similar italian books

Decision Processes in Economics: Proceedings of the VI Italian Conference on Game Theory, Held in Modena, Italy, October 9–10, 1989

This publication includes a number of the papers provided on the symposium on "Decision approaches in Economics" which was once held in Modena (Italy) on 9-10 October 1989. It coincided with the once a year assembly of the italian crew on video game conception; the gang is shaped via economists, mathematicians, engineers and social scientists.

Evoluti e abbandonati. Sesso, politica, morale: Darwin spiega proprio tutto?

Alcuni pensano che il nostro cervello sia fermo all'età della pietra, come se l. a. selezione naturale ci avesse plasmato nel Pleistocene e poi abbandonato al nostro destino. Sui mass media spopolano i riferimenti all'evoluzione biologica dei comportamenti umani, soprattutto politici e sessuali. Dire che l'evoluzione ci ha programmati fin dal Paleolitico consistent with avere un determinato impulso innato è una tentazione irresistibile, che ci fa raccontare un sacco di storie fantasiose e zeppe di stereotipi.

Additional resources for Microfisica del potere

Sample text

Nel continente americano o nel subcontinente indiano, le regole di una guerra civilizzata e limitata erano osservate con minor puntiglio, e naturalmente erano del tutto ignorate quando si trattava di affrontare le popolazioni locali, sottomesse con la stessa ferocia che continuerà a caratterizzare le guerre coloniali europee fino alla metà del Novecento. Non è allora un caso se il punto d’arrivo di questo capitolo coincide con la guerra della Rivoluzione americana (1775-83): combattuta su quello che era allora un teatro coloniale, in cui l’esercito regolare inglese fu sfidato e alla fine sconfitto dalle forze dei coloni ribelli, essa lascia già trasparire il nuovo significato ideologico che la guerra avrebbe assunto nell’età rivoluzionaria e napoleonica.

In mezzo alle galee, una galeazza era come uno squalo in mezzo ai pesciolini, ma i costi di costruzione impedivano di armarne un numero sufficiente e la galea continuò a costituire la spina dorsale delle flotte mediterranee. L’impossibilità di montare sulla galea più di qualche bocca da fuoco limitò lo sviluppo dell’artiglieria navale, che dunque giocò un ruolo importante, ma non decisivo, nei combattimenti del Mediterraneo. Lo stesso vale per gli archibugi di cui erano armati in parte i soldati imbarcati sulle galee.

La nascita del reggimento La trasformazione da provvisorio a permanente non riguarda soltanto gli organismi amministrativi, ma anche gli eserciti stessi. È un processo che occupa tutto il corso del Seicento e che porta alla nascita di un’istituzione rimasta poi tipica, fino al Novecento, della società militare europea: il reggimento. All’inizio del Seicento, come sappiamo, si chiamava così una formazione militare di una certa consistenza, che raggruppava parecchie compagnie, per un totale di mille o duemila soldati, reclutata e comandata da un militare di un certo riguardo che prendeva il nome di colonnello.

Download PDF sample

Rated 4.98 of 5 – based on 13 votes